Headline News
Via libera alla scissione Daimler (agosto 4, 2021 11:29 am)
Roadshow PETRONAS Urania (agosto 3, 2021 11:06 am)
Progetto ANITA (agosto 2, 2021 10:50 am)
Ciao Davide! (luglio 30, 2021 5:00 pm)
Partenership IVECO e Gruppo Alpega (luglio 29, 2021 3:58 pm)
MAN in aiuto degli alluvionati in Germania (luglio 28, 2021 11:48 am)

2021: un anno pieno di candeline sulle Stelle di Stoccarda

8 marzo 2021
249 Views

Ben quattro anniversari da festeggiare per Daimler Trucks and Buses: 125 anni di Truck; 75 di Unimog; 70 di Setra; 25 di Omniplus; 25 di Actros

Il 2021 per la Casa di Stoccarda rappresenta veramente un anno speciale, ricco di celebrazioni: nel 1896, Gottlieb Daimler presentava il primo camion, successivamente nel 1951 Otto Kässbohrer introdsse l’atobus Setra, mentre cinque anni prima, nasceva il primo prototipo dell’Unimog. Infine, nel 1996 usciva dalle linee di produzione il primo Mercedes-Benz Actros.

Ripercorriamo insieme questo avvincente percorso storico.

Il primo camion

Nel 1896 Gottlieb Daimler presentò il suo primo camion. Un veicolo piuttosto rudimentale dotato di ruote in legno con cerchi in acciaio che puntava tutto sulla praticità d’uso. Mentre in Germania non riscosse successo, in Inghilterra quel buffo primordiale truck riuscì a suscitare l’interesse del primo Cliente. Il veicolo, praticamente un carro senza giogo per i cavalli, battezzato Phoenix (Fenice), equipaggiato con un motore posteriore a due cilindri da 4 CV ed una cilindrata di 1,06 litri, era dotato di un telaio sospeso su molle a balestra montate trasversalmente nella parte anteriore e molle elicoidali in quella posteriore. Le sospensioni, oltre a salvaguardare il fondoschiena del conducente in un periodo in cui le strade erano per la maggior parte sterrate e piene di buche, proteggevano la catena cinematica molto sensibile alle vibrazioni. La trasmissione del moto veniva assicurata da una cinghia che collegava il motore all’asse posteriore del veicolo.

Il primo prototipo dell’Unimog

Nel 1946 l’Unimog (Universal-Motor-Gerät: Mezzo a Motore Universale) ‘Prototipo 1’ completava il suo primo test di guida, allora denominato “prova funzionale”.  Il capo-progettista Heinrich Rößler guidava e collaudava personalmente il veicolo, ancora privo di cabina di guida, carico di legna fino al limite massimo consentito, su lunghi impervi sentieri in mezzo ai boschi nei pressi di Schwäbisch Gmünd. In questo primo veicolo  il blocco motore-trasmissione era collocato a destra in modo che i tubi di spinta, che proteggono gli alberi di trasmissione, potessero essere sistemati perpendicolarmente agli assali. Il telaio era di quattro giunti di trasmissione. Un concept costruttivo geniale che ancora oggi, a distanza di 75 anni, viene adottato a bordo degli Unimog appartenenti alla Serie fuoristrada U 4023/U 5023.

L’autobus Setra

Nel 1951, la Kässbohrer Fahrzeugwerke di Ulm introduceva l’S 8, ribatezzandosi Setra. Questo veicolo rappresentava una vera e propria rivoluzione costruttiva per l’epoca: carrozzeria autoportante, motore posteriore e trasmissione diretta verso l’asse posteriore!

Presentato al Salone Internazionale dell’Automobile (IAA) di Francoforte fissò subito gli standard di riferimento nel settore degli autobus a livello europeo. Il Setra venne prodotto in sei serie. L’attuale ammiraglia dello storico brand, da sempre sinonimo di personalizzazione ai massimi livelli, è l’autobus a due piani S 531 DT della Setra TopClass 500.

La nascita di Omniplus

Nel 1996, un anno dopo la fusione di Mercedes-Benz Buses e Setra in EvoBus GmbH, nasceva il marchio di servizi Omniplus, a cui sono affidate tutte le attività post-vendita di entrambi i produttori di autobus. Omniplus si basa sul Servizio Assistenza Clienti di entrambi i brand, che in precedenza aveva già riscosso notevole successo. Attualmente, Omniplus si avvale di una rete di assistenza composta da oltre 650 officine in 42 Paesi europei ed offre una gamma di servizi ad hoc per autobus, ricambi originali, corsi di formazione efficienti oltre a servizi digitali innovativi da un’unica fonte.

Mercedes-Benz Actros

Era la fine del mese di settembre 1996 quando, in occasione dell’IAA di Hannover la Stella svelava il nuovo Truck pesante Actros: il primo camion equipaggiato con freni a disco su tutte e quattro le ruote ed impianto frenante elettronico EBS. Inoltre veniva introdotta una serie di tecnologie innovative come il sistema Telligent in grado di ridurre lo spazio di frenata, a una velocità di 85 km/h, di una misura che corrisponde pressoché alla lunghezza di un autotreno. Le nuove cabine di guida offrivano fino al 47% di spazio in più e si adattavano completamente alle esigenze dei conducenti. Una novità sul fronte sicurezza era  rappresentata dagli airbag e dai sedili con pretensionatori integrati. Intervalli di manutenzione prolungati di oltre il doppio, consumo di carburante ridotto dal 3% fino al 7% a seconda dell’utilizzo ed un carico utile incrementato fino a 400 kg, posizionavano il nuovo pesante stellato ai vertici della categoria.

Una storia, quella dell’Actros, ricca di successi

Ogni nuovo Actros di volta in volta presentato è stato eletto ‘Truck of the Year’ ed ancora oggi continua a svolgere un ruolo da pioniere in materia di sicurezza.

shares