A Misano IVECO ci sorprende con l’S-Way dedicato al TurboStar

17 ottobre 2021
1.878 Views

L’edizione speciale è in mostra in questi giorni all’Autodromo di Misano in concomitanza al Grand Prix Truck 2021 d’Italia

L’IVECO S-WAY TurboStar Special Edition rende omaggio ad una vera e propria icona del trasporto commerciale italiano, un veicolo che ha segnato la storia dell’autotrasporto nazionale.

Alessandro Oitana, IVECO Italy market medium & heavy business line manager, per l’occasione ha dichiarato: “L’edizione speciale dell’IVECO S-WAY dedicata a un’icona del passato, il TurboStar, e a una del presente, l’IVECO S-WAY, unisce da un lato un’eredità importante di IVECO, dall’altro tutta la sua capacità di innovazione, e rappresenta idealmente il lavoro di squadra che da sempre ci contraddistingue.”

La Special Edition è equipaggiata con motore Cursor 13 da 570 cv, il più potente della gamma, abbinato a un cambio automatizzato HI-TRONIX a 12 rapporti, spoiler superiore e laterale, fari Full LED, Driving Style Evaluation e Driver attention support, misuratore pressione pneumatici integrato (TPMS), climatizzatore a regolazione automatica e Parking Cooler. Dal punto di vista della connettività, l’edizione speciale dell’IVECO S-WAY è dotata di Infotainment con navigatore e IVECO Driver Pal, Connectivity box 4G, e sistema di guida predittivo IVECO Hi-Cruise.

Esternamente l’S-Way TurboStar Special Edition è caratterizzato da una grafica tipica dei modelli anni Ottanta, reinterpretata in chiave moderna, con la doppia colorazione rosso TurboStar e grigio tecnico metallizzato. Lungo la cabina sono stati ripresi i colori classici di IVECO dell’epoca, il giallo, il rosso e il blu, adattati alle forme dell’S-WAY.

La personalizzazione “vintage” prevede anche una serie di accessori già presenti sui veicoli dell’epoca, con l’aggiunta di barre cromate sulle parti posteriori della cabina e sotto le carene laterali, oltre ai cerchi e alla maniglia porta cromati.

Inoltre, la grigliatura del finestrino posteriore, disegnata appositamente all’epoca per ampliare la luminosità all’interno del TurboStar, è stata ricreata sulla parete laterale della cabina. Sulla nuova edizione speciale sono stati inseriti degli arricchimenti con effetto metallico sulla calandra e sugli specchi retrovisori, bull bar su paraurti e bull bar su tetto con fari addizionali.

All’interno l’atmosfera “vintage” è stata ricreata con l’utilizzo di velluto rosso con impunture in grigio chiaro per rivestire i sedili, proprio come nel TurboStar originale. La plancia è stata arricchita con inserti caratterizzati da una rivisitazione del logo, ricamato su sedili, cuscini e materassino, e presente in cromo satinato sul vano portaoggetti.

L’IVECO TurboStar degli anni ‘80

Nel 1982 i prototipi del TurboStar iniziarono a girare sulla pista IVECO di Markbronn (Ulm, Germania), in Finlandia (Ivalo) e sulla pista di Nardò (Lecce, Italia). Presentato come erede della serie Iveco Turbo nel 1984 a Strasburgo, il TurboStar era un veicolo concepito per il trasporto a lungo raggio, completamente ridisegnato nel telaio e con una cabina particolarmente curata dal punto di vista del comfort, che riprendeva alcune soluzioni da un’edizione speciale di inizio anni Ottanta, il “190.38 Special”. I TurboStar erano caratterizzati dalla griglia in plastica grigia, che copriva il finestrino laterale del retrocabina e da due deflettori aerodinamici laterali. Dopo la presentazione ufficiale del 1984, vennero applicate al TurboStar le iconiche strisce decorative a tre bande.

La prima gamma TurboStar comprendeva un motore 6 cilindri in linea (“190.33” poi sostituito da un “36”) ed il mitico un “V8” (“190.42”). A fine anni Ottanta, ai due venne affiancato il “190.48”, il più potente dei “T-range” di serie. Nel

1992 venne lanciato sul mercato il “190.48 Special HP”, con meccanica invariata e una notevole dotazione di serie, che comprendeva decorazioni specifiche e selleria in pelle.

Prodotto in oltre 50.000 esemplari, il TurboStar è stato uno degli autocarri IVECO più venduti in Italia. Ancora in circolazione se ne trovano parecchi, specie al sud Italia, in condizioni da concorso, come il veicolo in foto, protagonista di una nostra prova speciale!