Da uno scarico abusivo ad una mensa scolastica

22 novembre 2019
382 Views

A volte delle storie iniziate male possono concludersi in bellezza. Ma vediamo come…

Nel pomeriggio del 13 settembre, vicino al casello di Villamarzana, sulla A13, c’è stato un grave incidente. Il sindaco, su richiesta delle forze dell’ordine, ha aperto un parcheggio vicino all’area industriale per agevolare i soccorsi. I vari interventi, da pare dei Vigili del Fuoco e della Polizia, sono terminati a tarda ora. Purtroppo i cancelli del parcheggio sono rimasti aperti, così due camion, in piena notte, si sono introdotti illegalmente scaricando nell’area una montagna di fili elettrici sbriciolati.

Per bonificare l’area sono occorsi 25 mila euro, precedentemente stanziati dal sindaco di Villamarzana, il signor Gabrielli, per finanziare la mensa della scuola elementare del paese, permettendone così l’accesso gratuito a tutti gli scolari.

Fortunatamente, il presidente di Federtrasporti (*), Claudio Villa, venuto a conoscenza dell’accaduto, si è immediatamente adoperato per organizzare una colletta fra alcune aziende associate del Gruppo così da rimettere in condizioni il sindaco Gabrielli di ripristinare la gratuità della mensa delle scuole elementari comunali.

Il presidente Villa ha dichiarato di essersi dispiaciuto “perché dietro questo gesto incivile c’erano uomini alla guida di camion”. Così, per porre rimedio alle conseguenze di tale indecoroso comportamento, ma anche per evitare che tanti bambini potessero crescere guardando camion e camionisti come i soliti brutti, sporchi e cattivi, ha dichiarato: “All’interno dell’autotrasporto ci sarà pure qualche singolo irresponsabile, ma il tessuto di fondo è composto da aziende che svolgono un lavoro utile per la collettività e sono animate da spirito positivo e solidale”.

L’annuncio della colletta fra autotrasportatori è stato dato al sindaco Gabrielli dallo stesso presidente di Federtrasporti, Claudio Villa, in occasione di Ecomondo, la fiera dedicata all’ambiente e ai rifiuti (e questa storia, in fondo, si basa su un trattamento poco ortodosso di rifiuti) che si è svolta a Rimini la prima settimana di novembre.  

(*) Il Gruppo Federtrasporti nato nel 1971, oggi riunisce sotto la propria egida una cinquantina di enti, principalmente consorzi e cooperative, dislocati sull’intero territorio nazionale, che operano nella logistica e nel trasporto merci in conto terzi. Scopo fondamentale di Federtrasporti è realizzare un gruppo societario basato sui principi dell’associazionismo e della mutualità, fornito di tutti gli strumenti imprenditoriali per potersi muovere sul mercato globale come protagonista. Un gruppo unitario nell’elaborazione delle strategie, nel marketing, negli acquisti, nello studio di progetti logistici e formativi; ricco e articolato in fase di realizzazione, dispone di un potenziale di 5.000 veicoli e di oltre 7.000 allestimenti, 100 mila mq di magazzini e 500 mila mq di piazzali, 5.500 persone.
shares