HY come idrogeno + VIA come strada = HYVIA

8 luglio 2021
193 Views

La nuova strada per una mobilità sostenibile a zero emissioni si chiama HYVIA, progetto nato dalla partenership tra Gruppo Renault e Plug Power

Gruppo Renault e Plug Power (società americana, leader mondiale delle soluzioni a idrogeno che vanta oltre 20 anni di esperienza negli elettrolizzatori, con una rete di oltre 100 stazioni in grado di distribuire più di 40 tonnellate di idrogeno al giorno) danno vita a HYVIA, joint venture con quattro siti di produzione in Francia, che impegna i due gruppi sullo sviluppo e la produzione di celle a combustibile e relative stazioni di ricarica a idrogeno. L’avvio delle produzioni è previsto entro la fine del 2021. L’offerta di HYVIA sarà disponibile in tutta Europa.

HYVIA proporrà la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione di idrogeno verde, ottenuto per elettrolisi dell’acqua. Questa soluzione consente una mobilità a zero emissioni di CO2 in fase di utilizzo, una maggiore autonomia e tempi di ricarica di pochi minuti.

Complementare alla mobilità elettrica, HYVIA offrirà, entro fine 2021, un’ampia gamma di veicoli commerciali leggeri a celle di combustibile:

  • Master Van H2-TECH: grande furgone per il trasporto merci, con un volume utile di 12 m3 e un’autonomia fino a 500 km.

  • Master Telaio Cabinato H2-TECH: grande furgone per il trasporto delle merci più voluminose, con un volume utile di 19 m3 e un’autonomia di circa 250 km.

  • Master Citybus H2-TECH: minibus urbano per il trasporto di 15 persone, con un’autonomia di circa 300 km.

I veicoli sono progettati con un’architettura “Dual power”: doppia energia, elettrica e a idrogeno. L’autonomia raggiunge i 500 km: 100 km di autonomia ottenuta grazie all’energia elettrica fornita dalla batteria e 400 grazie alle celle combustibile a idrogeno. Tutti i veicoli, infatti, sono dotati di batteria da 33 kWh, cella a combustibile da 30 kW e serbatoi con una capienza da 3 a 7 kg di idrogeno, in funzione delle versioni. Il sistema a celle a combustibile comprende le celle e tutti i sottosistemi necessari per il buon funzionamento: alimentazione e regolazione dell’aria e dell’idrogeno, umidificazione dei gas e raffreddamento.

“Per rispondere alle sfide della mobilità a idrogeno – dichiara David Holderbach, Presidente di HYVIA – è necessario proporre veicoli a celle di combustibile per tutti gli utilizzi intensivi, ma anche prendere in considerazione l’ecosistema nel suo complesso. HYVIA offre soluzioni di mobilità chiavi in mano con la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione di idrogeno verde nonché un’ampia gamma di veicoli commerciali. Soluzioni che rispondono alle nuove esigenze di aziende, grandi clienti, flotte ed enti pubblici, per intraprendere insieme la strada della transizione energetica.”

Finanziamenti e piani di manutenzione dedicati

La mobilità green sarà affiancata da servizi dedicati di finanziamento e manutenzione, come il leasing delle stazioni di ricarica a idrogeno e dei veicoli, e la manutenzione a cura della rete di concessionari Renault, capillarmente diffusa in tutta Europa.

Le quattro sedi francesi di HYVIA

Villiers Saint-Frédéric – Sede sociale e R&S: un team dedicato ha iniziato gli studi necessari per favorire l’integrazione di serie delle celle a combustibile nei veicoli, presso il centro di ingegneria e sviluppo del Gruppo Renault per i veicoli commerciali.

Flins – Processi, produzione e logistica: i lavori e gli studi per l’assemblaggio delle celle a combustibile e delle stazioni di ricarica a idrogeno si accelerano con la commercializzazione prevista a fine 2021.

Batilly – Produzione di Renault Master: lo stabilimento del Gruppo Renault di Batilly produce Master per HYVIA.

Gretz Amainvilliers – PVI (Renault Vehicle Innovation): PVI, filiale del Gruppo Renault dal 2017, prosegue l’elettrificazione di Master e consolida le sue competenze per l’integrazione delle pile a combustibile. PVI produce anche camion a idrogeno da 27 tonnellate.