I nuovi DAF XF, XG e XG⁺ sono “Truck of the Year 2022”

18 novembre 2021
207 Views

La Casa olandese ha ricevuto il prestigioso premio in occasione di “Solutrans truck & transport” l’evento francese dedicato al mondo del trasporto

La giuria dell’International Truck of the Year (IToY), composta da 24 giornalisti, in rappresentanza delle più importanti testate internazionali di mezzi di trasporto e camion, come da regolamento, assegna il premio annuale al camion che è stato introdotto nel corso dell’anno e che ha dato il contributo più significativo all’efficienza del trasporto su strada.

La valutazione si basa su diverse argomentazioni, tra cui: innovazione tecnologica, comfort, sicurezza, guidabilità, risparmio di carburante, “impronta” ambientale e costo totale di proprietà (TCO).

“DAF è il primo produttore di autocarri a introdurre una generazione completamente nuova di autocarri che è stata sviluppata tenendo conto delle nuove normative europee per le masse e le dimensioni degli autocarri – ha affermato Gianenrico Griffini, presidente della giuria dell’International Truck of the Year – Il risultato è una serie di autocarri molto attraenti e molto aerodinamici che offrono efficienza, sicurezza e comfort di guida ai vertici della categoria. I nuovi XF, XG e XG offrono un’eccellente visibilità diretta grazie a un ampio parabrezza curvo, finestrini laterali con linee di cintura basse e finestrino sul marciapiede. Queste caratteristiche, insieme al sistema di visione digitale che sostituisce i tradizionali specchietti laterali e alla nuova telecamera per la visione d’angolo, offrono una visuale a 360 gradi, proteggendo gli utenti della strada vulnerabili.” 

La premiazione è avvenuta a Lione, in Francia, durante lo svolgimento della Fiera “Solutrans truck & transport” dedicata al mondo del trasporto.

Nel ritirare il premio, Harry Wolters, presidente di DAF Trucks, ha dedicato il riconoscimento a tutti gli oltre 12.000 dipendenti DAF in tutto il mondo: “Questo risultato unico è un vero lavoro di squadra! La New Generation XF, XG e XG rappresenta il più grande progetto di innovazione negli oltre 90 anni di storia della nostra azienda. È il risultato dell’ascolto attento dei nostri clienti e dei loro conducenti, avendo una visione chiara del futuro delle soluzioni di trasporto durevoli e sostenibili e facendo sempre il possibile per fornire le migliori soluzioni di trasporto possibili. Infatti, siamo il primo produttore di autocarri che utilizza pienamente le nuove normative europee relative alle masse e alle dimensioni degli autocarri per offrire vantaggi unici ai nostri clienti. È bello essere i primi, è ancora meglio essere unici.”

Gianenrico Griffini, presidente della giuria IToY ha poi commentato: “Con l’introduzione dei suoi veicoli di nuova generazione, DAF ha consegnato una gamma di veicoli pesanti ad alta tecnologia che stabilisce un nuovo punto di riferimento nel settore. Inoltre, è orientato al futuro, in quanto rappresenta anche una piattaforma completa e molto efficiente dal punto di vista energetico per le nuove generazioni di vettori e trasmissioni di energia alternativa.” 

Ma non finisce qui, il Costruttore olandese si porta a casa anche un altro importante riconoscimento, il “Truck Innovation Award 2022″ per il DAF XF H₂ Innovation Truck, presentato a sorpresa a Solutrans, un camion con motore a combustione interna alimentato a idrogeno.

“Questo premio specifico sottolinea la nostra filosofia secondo cui dobbiamo esplorare l’intera suite di tecnologie sulla strada della decarbonizzazione dei trasporti e della mobilità nel prossimo decennio – ha commentato Ron Borsboom, direttore esecutivo dello sviluppo prodotti di DAF – La tecnologia dell’idrogeno può diventare un’opzione molto interessante per il futuro, accanto alle soluzioni elettriche a batteria che già offriamo oggi e ai camion ibridi che abbiamo in fase di sviluppo. Essere insigniti del “Truck Innovation Award 2022″ dimostra anche che c’è ancora un futuro promettente per il motore a combustione interna (ICE) per il quale sono all’orizzonte nuove generazioni di combustibili a emissioni zero. È importante capire che porre fine all’uso dei combustibili fossili non dovrebbe in alcun modo comportare automaticamente un divieto dei motori a combustione interna. H2-ICE significa che in molte aree è possibile utilizzare una rete di distribuzione esistente di stazioni di rifornimento. E diamo più valore al fatto che in Europa abbiamo una vasta conoscenza e un’impronta di produzione in questa tecnologia.”