INEOS Grenadier alla Fiera Internazionale Fuoristrada

19 ottobre 2021
167 Views

Curiosissimi, siamo andati a provarlo e a vederlo da vicino in quel di Viareggio, alla Fiera Internazionale del Fuoristrada

Già dal materiale fotografico a disposizione eravamo stati colpiti dal fascino di questo offroader duro e puro in pieno stile british. La storia ve l’abbiamo già raccontata, ma vale sempre la pena ricordarla:

Fortemente voluto dal presidente di INEOS, Jim Ratcliffe, l’uomo più ricco e, probabilmente, schivo, del Regno Unito, il Grenadier si ispira nel design e nel progetto di base ad uno dei veicoli più amati dal popolo britannico, nonché dagli amanti dell’off-road di tutto il mondo, la vecchia, cara Land Rover Defender, la classica per intenderci.

Tuttavia, aggiungiamo noi, il veicolo, seppur somigliante, differisce fortemente dalla “fonte di ispirazione”, non solo nelle misure, ma anche nell’architettura di base. Dotato di propulsori BMW da 3.0 litri, sei cilindri, benzina o Diesel, abbinati a cambi automatici ZF a 8 rapporti, il Grenadier dispone di un solido telaio a longheroni Gestamp e assali realizzati appositamente dal team R&D del gruppo Carraro. Concepito per essere facilmente personalizzabile, con soluzioni proprie e di terzi, il veicolo potrà assecondare ogni necessità professionale.

Dopo aver fatto un giro a bordo di uno dei due prototipi a disposizione, condotto da Demo Driver di grande esperienza, ne siamo usciti più che convinti. Il Grenadier, anche se in versione prototipo, e quindi un po’ grezzo, è un veicolo in grado di garantire prestazioni offroad di alto livello.

Il percorso su sterrato semi asciutto prevedeva passaggi tecnici piuttosto impegnativi come twist improvvisi, discese ardite e risalite (cit. Battisti), dove il Grenadier procedeva a proprio agio.

Per conoscerlo meglio, abbiamo intervistato Stefano Gavioli, responsabile mercato Italia e Grecia di Ineos.

Stefano Gavioli, responsabile mercato Italia e Grecia di Ineos Automotive.

“Che aspettative ci sono per il mercato Italia?”

“Abbiamo aperto i preordini dal 30 di settembre, lasciando una finestra fino a metà ottobre per tutti coloro che si sono iscritti al sito e siamo andati al di là di ogni più rosea aspettativa. Abbiamo appena dato il via all’ordinabilità on-line e già i dati raccolti indicano un grande interesse per questo veicolo fuoristrada duro e puro, essenzialmente per appassionati del settore. Trazione integrale permanente. Riduttore a due velocità. Angoli di attacco e di uscita ottimizzati per l’impiego in fuoristrada.”

“Parte della componentistica meccanica del Grenadier è italiana?”

“Molta componentistica del veicolo è di origine italiana come gli assali Carraro bloccabili. Tre differenziali bloccabili. Il centrale di serie e quelli anteriore e posteriore a richiesta.”

“Si prevedono altre misure di passo per il futuro?”

“Si, ma solo in allungamento, infatti, per il futuro prevediamo una versione pick-up con passo allungato. Purtroppo, sui social sono girati dei fake riguardanti una versione a passo corto che assolutamente non abbiamo intenzione di realizzare, almeno per il momento.”