MAN eTruck vince l’European Transport Award for Sustainability 2018

12 dicembre 2017
2.075 Views

Il premio, istituito dalla rivista tedesca “Transport”, è stato assegnato a MAN per aver sviluppato eTruck concept elettrico al 100%

L’European Transport Award for Sustainability viene assegnato alle aziende del trasporto commerciale per il loro impegno nel combinare successo economico, responsabilità sociale e protezione ambientale, per un’azione sostenibile che porti a un’ulteriore crescita e prosperità. Giunto alla quarta edizione il premio viene assegnato a 16 categorie diverse: MAN ha vinto il premio nella categoria Truck Star con il suo eMobility concept per lo sviluppo di camion completamente elettrici.

La premiazione dell’European Transport Award for Sustainability 2018, da sinistra: Susanne Stephan di “Transport”, Felix Kybart di MAN Truck & Bus AG, Christopher Kunstmann di MAN Truck & Bus Deutschland GmbH e Bert Brandenburg di Huss-Verlag.

 

 

 

 

 

 

I futuri veicoli elettrici di MAN Truck & Bus saranno prodotti presso la Steyr in Austria. Grazie ad un accordo con il consorzio austriaco Council für Nachhaltige Logistik (CNL) già dall’inizio del 2018 nove camion MAN elettrici al 100% da distribuzione urbana saranno messi alla prova in condizioni di utilizzo reale. Dall’inizio del 2021, MAN avvierà la produzione in serie di suddetti camion.

Nell’ambito della sua eMobility Roadmap, nel 2018 MAN presenterà una versione pre-serie di un bus elettrico (BEV) e testerà sul campo una flotta demo. La produzione in serie di questi ultimi inizierà alla fine del 2019.

La tecnologia del kit modulare di eMobility degli autobus viene applicata anche  agli eTrucks. Nel perseguire la sua eMobility Roadmap, MAN beneficia della sua posizione all’interno del Gruppo Volkswagen con le sinergie e il dinamismo della divisione auto.

L’European Transport Award for Sustainability, organizzato dalla rivista “Transport” e dalla casa editrice Huss-Verlag dal 2011, premia sia grandi gruppi industriali che piccole e medie imprese e, da quest’anno, anche delle start-up.