MAN tra i protagonisti del progetto “ANITA”

16 luglio 2020
182 Views

MAN Truck & Bus, Deutsche Bahn, Hochschule Fresenius University of Applied Sciences e Götting KG hanno dato vita ad un progetto di guida autonoma

L’ambizioso obiettivo del progetto ANITA (Autonomus Innovation in Terminal Operations), avviato il 1 ° luglio 2020, consiste nell’automatizzare il passaggio delle merci nel processo di trasporto combinato all’interno del terminal DUSS di Ulm Dornstadt, in Germania.

In pratica un camion, a guida completamente autonoma, muoverà le merci all’interno del deposito container di DB Intermodal Services e del terminal DUSS. Per garantire che i test si svolgano sempre in completa sicurezza, a bordo del veicolo sarà sempre presente un autista. Prima di procedere con l’inizio dei test sarà necessario digitalizzare l’infrastruttura e installare tutte le interfacce di comunicazione. Gli esperti operatori delle gru gestiranno la movimentazione dei container per garantire che le operazioni di carico e scarico possano essere testate in condizioni reali e in completa sicurezza.

Il progetto, della durata di 39 mesi, è finanziato con circa 5,5 milioni di euro del programma “New Vehicle and System Technologies” promosso del Ministero Federale Tedesco per gli Affari Economici e l’Energia.

“Il trasporto combinato è la chiave per decarbonizzare con successo il trasporto – afferma Sigrid Nikutta, membro del consiglio di amministrazione di Deutsche Bahn Freight Transport – Quando il cliente accede al terminal per caricare o scaricare la merce è importante che percepisca che i processi logistici funzionino in modo efficiente e innovativo. I container devono essere gestiti più velocemente e con la massima flessibilità. Stiamo sperimentando la digitalizzazione con questo preciso scopo e la nascita del progetto ANITA ne è la concreta dimostrazione, i camion a guida autonoma all’interno del terminal sono un primo passo importante verso il raggiungimento dell’obiettivo Terminal 4.0.”

MAN Truck & Bus SE, è uno degli attori protagonisti di questo progetto, occupandosi dello sviluppo del veicolo: “Insieme ai nostri partner, acquisiremo una preziosa esperienza nella gestione della movimentazione dei container grazie all’utilizzo di veicoli a guida autonoma – ha affermato Frederik Zohm, membro del consiglio direttivo per la ricerca e lo sviluppo presso MAN Truck & Bus – Dopo il progetto platooning, sviluppato con DB Schenker AG e la Fresenius University, con il quale abbiamo ottenuto ottimi risultati, ANITA rappresenta un nuovo importante passo sulla strada della guida autonoma in applicazioni hub-to- hub – l’ennesimo traguardo nella roadmap di automazione MAN.”

Götting KG, all’interno del progetto, ha il compito di sviluppare gli algoritmi necessari per determinare la posizione del  veicolo e rilevare gli ostacoli: “Il progetto ANITA dovrebbe migliorare la nostra capacità di rilevamento e interazione con l’ambiente in cui ci muoviamo a un livello completamente nuovo mentre ci sforziamo di raggiungere la completa automazione – ha dichiarato Hans-Heinrich Götting, responsabile di Götting KG – Collaborare con partner importanti all’interno di uno scenario reale rappresenta una opportunità estremamente importante per Götting KG.”

Per garantire una comunicazione efficace tra il camion e il terminal di deposito/container, verrà prima analizzato il comportamento delle persone e delle macchine all’interno del terminal e successivamente tradotto in processi e regole digitali. Sarà questo il compito della Fresenius University of Applied Sciences: “Abbiamo una tradizione nell’analisi dei processi in sistemi complessi, la particolare sfida posta dall’attuale progetto è che non solo dobbiamo comprendere il comportamento del sistema, ma dobbiamo anche tradurlo in un concetto digitale con cui le macchine possano lavorare – sottolinea Christian T. Haas, direttore di Institute for Complex Systems Research at Fresenius University – La sicurezza ha la massima priorità, ma anche gli aspetti prestazionali sono importanti per il processo di implementazione.”

shares