Nuovo Citan Mercedes-Benz

27 agosto 2021
198 Views

Lo small van della Casa di Stoccarda vestito di nuovo si ripresenta ricco di contenuti tecnologici ed equipaggiamenti di sicurezza all’avanguardia

Caratterizzato da dimensioni esterne compatte, grandi spazi interni ed elevata capacità di carico, il nuovo Mercedes‑Benz Citan offre un ampio ventaglio di possibilità per tutte le attività di consegna e servizi nei centri urbani.

“Lo Sprinter e il Vito si sono ampiamente affermati nelle categorie dei Large e dei Midsize Van. Il nuovo Citan completa la nostra gamma nel segmento degli Small Van. Riprogettato in ogni particolare da professionisti per i professionisti. Dai tratti inconfondibili del design e dal comportamento di guida alla sicurezza e alla connettività: il Citan possiede il DNA Mercedes-Benz – ha dichiarato durante la presentazione Marcus Breitschwerdt, Direttore Mercedes‑Benz Vans – Al tempo stesso il Citan rappresenta l’ultimo progetto di un veicolo nuovo per clienti professionali con motore a combustione della Mercedes-Benz Vans. Tutti i futuri progetti nuovi si concentreranno esclusivamente sulla trazione elettrica. E il nuovo eCitan costituisce un passaggio logico conseguente nella nostra strategia di elettrificazione.”

Esterni

Il nuovo Citan, ordinabile presso i concessionari Meredes-Benz a partire dal mese di settembre 2021, inizialmente sarà disponibile nelle versioni Furgone e Tourer (trasporto passeggeri). Successivamente verranno introdotte le versioni a passo lungo e il Mixto. Compatto fuori (lunghezza: 4.498 mm) e spazioso all’interno il nuovo Citan è caratterizzato da fiancate scolpite e passaruota in evidenza di tono sportivo. Il frontale ridisegnato del veicolo si inserisce nella famiglia dei modelli compatti della Stella, caratteristica accentuata dal tratto tipico dei fari anteriori piatti, dotati di lampade H7 e luci di marcia diurne e lampeggiatori a LED. La mascherina del radiatore con tre lamelle doppie e Stella centrale richiama esteticamente i fratelli maggiori Vito e Sprinter. Il cofano motore è marcato da due bordi con il profilo in evidenza. La forma allungata dei fari e le griglie delle prese d’aria, che si sviluppano fin quasi alle ruote, fanno apparire particolarmente corto lo sbalzo anteriore.

Interni

Completamente ridisegnati gli interni del nuovo Citan si distinguono per il disegno della nuova plancia a sviluppo orizzontale. Pare che i designer di Mercedes‑Benz si siano ispirati al profilo di un’ala di aereo. Di serie i sedili del Citan Furgone sono rivestiti in tessuto “Caluma” di colore nero con sottili strisce bianche che producono l’effetto di una linea tratteggiata. A richiesta per questa versione è disponibile il tessuto Norwich, semore di colore nero ma combinato con una struttura a nido d’ape di colore grigio. Nel Tourer il tessuto Norwich fa parte della dotazione di serie. Per entrambi i modelli Citan è disponibile un pacchetto Design per gli interni che comprende elementi decorativi integrati nel quadro strumenti in colore nero lucido, cornici cromate in corrispondenza delle bocchette d’aria e degli altoparlanti. Le maniglie interne delle porte sono cromate. Numerosi i vani e gli scomparti porta oggetti. A richiesta, sia per il Citan Furgone che per il Citan Tourer sono disponibili scomparti chiusi con porta USB, USB C e predisposizione per un supporto per smartphone ed uno scomparto integrato nel bracciolo, collocato tra i due sedili, davanti al quale sono ricavati due spazi per bicchieri o bottiglie aventi una capacità fino a 0,75 litri. Un’altra chicca intelligentissima è il braccino porta smartphone con fermi adattabili a tutte le misure di telefonini in commercio, posta sulla parte sinistra dell’ala che sovrasta il quadro strumenti.

Infotainment, elettronica di sicurezza ed altre amenità

La “C” regna sovrana nel nuovo Small Van Mercedes-Benz: la troviamo nel nome, Citan, ma anche e soprattutto nella filosofia costruttiva e nei sistemi di assistenza elettronica dove la parola d’ordine è Comfort.

Troviamo così a bordo del nuovo Citan equipaggiamenti di comfort in uso nelle blasonate autovetture della Stella come il climatizzatore “Comfortmatic”, la funzione di avviamento Keyless-Go e il freno di stazionamento elettrico.

Entrambe le versioni, furgone e Tourer sono disponibili con due tipi di allestimento: Entry e Pro. La prima, più “spartana” ed economica, ha comunque a disposizione tutti gli equipaggiamenti di base necessari. L’allestimento PRO dispone di sensori radar e a ultrasuoni, oltre che telecamere, sistemi di assistenza alla guida e al parcheggio. Come nella nuova generazione della Mercedes-Benz Classe C e Classe S, il sistema antisbandamento attivo interviene sullo sterzo anziché sui freni reagendo così in modo particolarmente confortevole. Oltre ai sistemi prescritti per legge, l’ABS e l’ESP, i nuovi modelli Citan sono dotati di serie del sistema di ausilio alla partenza in salita, del sistema di assistenza in presenza di vento laterale, del sistema di segnalazione dell’affaticamento Attention Assist e del sistema di chiamata d’emergenza Mercedes‑Benz.

Nel Citan Tourer il conducente è supportato ulteriormente da una serie di sistemi di assistenza di serie come: il sistema di assistenza alla frenata attivo, il sistema antisbandamento attivo, il Blind Spot Assist e il sistema di rilevamento automatico del limite di velocità con riconoscimento dei segnali stradali. A richiesta poi sono disponibili molti altri sistemi di assistenza alla guida, tra cui il sistema di mantenimento della distanza Distronic, che consente di gestire automaticamente la marcia nel traffico incolonnato, ed il sistema di assistenza allo sterzo attivo che agevola il conducente a mantenere il Citan in posizione centrale all’interno della propria corsia di marcia.

Inoltre il Tourer è dotato di serie di airbag centrale, che in caso di forte collisione laterale si apre tra il sedile lato guida e il sedile lato passeggero anteriore. Complessivamente sono sette gli airbag incaricati di proteggere i passeggeri. Mentre nella versione furgonata di serie gli airbag presenti a bordo sono sei.

Come il fratellone Sprinter, il nuovo Citan può essere dotato su richiesta del sistema di Infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience), quello di “Hei Mercedes” per intenderci. Per lo Small Van l’MBUX è disponibile in diverse versioni dotate dell’intuitivo sistema di comando tramite touchscreen da 7″ o tramite i pulsanti touch control sul volante oppure tramite l’assistente vocale “Hei Mercedes”. Altri vantaggi di questo sistema sono l’integrazione per smartphone di Apple Car Play e di Android Auto, l’impianto vivavoce con connessione Bluetooth e la radio digitale (DAB e DAB+).

Il Citan è inoltre dotato, come primo equipaggiamento, della possibilità di utilizzare i numerosi servizi digitali “Mercedes me connect”, grazie ai quali si può restare connessi al veicolo e disporre sempre delle principali informazioni di bordo ma anche al di fuori del veicolo, utilizzando, da remoto, diverse funzioni.

Altre soluzioni molto pratiche sono rappresentate dal sistema di navigazione con Live Traffic Information e dalla comunicazione Car-to-X, per ottenere i dati sul traffico in tempo reale. Le destinazioni possono essere immesse anche utilizzando il codice a tre parole del what3word (w3w), sistema che opera suddividendo il mondo in quadrati di tre metri per lato identificati da un indirizzo univoco composto da tre parole.

Motori

La gamma dei propulsori del nuovo Citan prevede tre motori Diesel e due motori a benzina, rispettivamente da 1,5 litri e 1,3 litri, con potenze che variano da 75 a 116 CV i Diesel e da 102 a 131 CV, i benzina. la versione del motore Diesel più potente, da 116 CV, è dotata della funzione Overpower/Overtorque, che consente di ottenere temporaneamente un aumento della potenza fino a 121 CV ed un aumento della coppia che può raggiungere i 295 Nm.

Tutte le motorizzazioni soddisfano le norme sui gas di scarico Euro 6d e sono provviste di funzione ECO Start/Stop. Oltre al cambio manuale a sei marce, i motori Diesel e a benzina più potenti possono essere equipaggiati anche con il cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti (DCT).

Zona carico

Nonostante le dimensioni compatte il nuovo Citan offre una zona carico, disponibile in molte varianti e ricca di equipaggiamenti, notevolmente migliorata rispetto alle versioni precedenti. Nella versione a passo corto (2.716 mm), ad esempio, la capacità di carico raggiunge i 3,05 metri con il divisorio flessibile offerto in alternativa alla paratia fissa. Il divisorio flessibile risulta molto utile per trasportare oggetti particolarmente lunghi. Ruotando ruotare la griglia di 90° sul lato passeggero, si orienta verso il sedile lato guida per bloccarla. Il sedile lato passeggero è ripiegabile e consente di ottenere una superficie piatta.

Le porte laterali scorrevoli (applicabili a richiesta su entrambe i lati) presentano una sezione di apertura larga 615 mm per un’altezza di 1.059 mm. Nella versione furgonata il bordo di carico è a soli 59 di altezza. I due portelloni posteriori asimmetrici (con porta sin più larga) a battenti possono essere arrestati a 90° o aperti a 180° fino a raggiungere la fiancata. A richiesta, possono essere dotati di cristalli termici e tergicristallo. Su richiesta è inoltre disponibile la versione con portellone posteriore basculante, sia con vetro che lastrato. Mentre la versione di serie del Tourer monta già il portellone posteriore basculante con vetratura. In alternativa sono disponibili le porte a doppio battente. La panca nel vano posteriore è ripiegabile nel rapporto 1/3:2/3 e può essere ribaltata.

La versione elettrica

Già nella seconda metà del 2022 verrà presentato l’eCitan. Insieme all’eVito e all’eSprinter, la versione del Citan a trazione completamente elettrica completa la gamma di prodotti ad uso professionale che utilizza la trazione elettrica. L’autonomia calcolata in base ai parametri WLTP è indicativamente di circa 285 chilometri. Presso le stazioni a ricarica rapida è possibile ricaricare la batteria dal 10 all’80% indicativamente in 40 minuti. La trazione elettrica non comporta alcun ridimensionamento del vano di carico e del carico utile né nella disponibilità degli equipaggiamenti rispetto ai modelli convenzionali.