Ciao Davide!

30 luglio 2021
4.051 Views

Paola “Pinky” per gli amici e Davide sono entrambe di Verona e stanno insieme da una decina d’anni

“Per me non è mai stato un sogno incontrare l’anima gemella, ma poi alla fine mi sono innamorato proprio di una che fa il mio stesso mestiere – racconta Davide – Ci ha presentato un amico comune una decina d’anni fa. Lei mi era antipaticissima! Ho cambiato idea quando, in occasione di un pranzo fra amici, l’ho vista dolcissima nei confronti del mio primo figlio, avuto da una precedente relazione.”

Pinky: “A me lui è piaciuto da subito e, a differenza sua, ci ho sempre sperato nell’incontro con l’anima gemella. Infatti alla fine è accaduto!”

Oggi Davide e la Pinky hanno un figlio di nove anni, Kevin, che quando son fuori sta con i nonni.

Pinky, Davide e Kevin

In precedenza Paola lavorava per un’azienda di trasporto legata alle Poste Italiane e guidava un bilico, mentre Davide guidava autotreni scarrabili per un’altra impresa di trasporto merci. Da quattro anni lavorano come autisti per la stessa azienda: “Trasportiamo animali vivi – racconta Pinky – Polli e tacchini. In linea di massima viaggiamo per il nord Italia, ma qualche volta capita di fare anche l’estero. Insomma dove ci mandano andiamo. Quando abbiamo iniziato a lavorare per questa azienda, ci hanno assegnato due autotreni. Inizialmente andavamo in viaggio insieme e Davide mi spiegava tutto sulla guida dell’autotreno. Oggi siamo abbastanza fortunati perché bene o male riusciamo a tornare a casa quasi tutte le sere, magari in orari strampalati. Spesso ci diamo il cambio, uno arriva e l’altra parte o viceversa. Chi arriva per primo si occupa di nostro figlio, della cena e del resto. In nostra assenza ci pensano i nonni.”

Davide: “Però c’è stato un periodo molto duro dove stavo fuori 10/15 giorni di seguito. Ma ora è molto meglio e riusciamo ad organizzarci per telefono. Fortunatamente riusciamo a scambiarci i ruoli a casa, anche se lei è molto più brava di me in cucina! Ma non solo, anche con il computer e con l’amministrazione!

Paola: “Purtroppo quando siamo a case c’è sempre da fare e siamo sempre molto stanchi ma riusciamo lo stesso a goderci la famiglia e nostro figlio. Poi qualche volta capita di incontrarci per strada o in azienda al rientro.”

Davide: “Talvolta se la incontro sulla strada e sono arrabbiato manco la saluto, altrimenti la chiamo col CB: Amò?”

 Paola: “Io sono tremenda invece, se sono arrabbiata gli dico le parolacce anche col CB. Però sarebbe difficile, se non impossibile per me, vivere con un uomo che non sia lui e camionista per giunta. Davide mi ha sempre capita e rispettata.”

Davide: “Il problema per una donna sposata con un camionista non è tanto l’attesa che torni dai viaggi quanto avere una mente aperta a tutti gli imprevisti che possono capitare nel nostro mestiere. Oggi come oggi difficilmente trovi una donna capace di adattarsi a tutto ciò. Ecco perché funziona fra di noi!”

Paola: “Siamo due testoni orgogliosi che ci teniamo molto al nostro lavoro ma più alla nostra famiglia, che abbiamo creato insieme giorno dopo giorno. Andiamo di pari passo tirando per mano l’altro quando sta per mollare.”