Progetto MAN: “Quanto vale la tua salute?”

26 novembre 2019
109 Views

All’inizio di ottobre è partito il progetto “Quanto vale la tua salute” su iniziativa di MAN Truck & Bus Italia, in collaborazione con Health Telematic Network (HTN) e l’Università di Brescia

L’iniziativa si propone di monitorare i parametri vitali di un centinaio di autisti, durante la normale attività lavorativa, fino alla fine di aprile 2020. I dati così raccolti, verranno utilizzati dall’Università di Brescia per approfondire uno studio sulla categoria dei camionisti e, sviluppare di conseguenza, soluzioni che possano ridurre i fattori di rischio e quindi aumentare la sicurezza sulla strada.

La raccolta dei dati servirà per elaborare delle strategie di prevenzione a livello medico, ma anche tecnologico sui veicoli.

Significativo il fatto che, su un campione ancora contenuto di autisti, si siano già registrati alcuni casi che hanno reso necessario il proseguimento del monitoraggio oltre la prima settimana, con ulteriori approfondimenti diagnostici come l’applicazione di un holter cardiaco.

Partecipare alla sperimentazione è semplice e gratuito. È sufficiente compilare il modulo presente sul sito www.man4you.it e il candidato sarà contattato per fissare un appuntamento in HTN e dare inizio al test.

Il tutto senza alcuna spesa e senza procedure invasive: sarà necessario solo indossare un Apple Watch e tenere accanto un iPhone che invierà i dati ad HTN. Si dovranno poi dedicare pochi minuti alla mattina e alla sera per la rilevazione della pressione arteriosa (con lo sfigmomanometro iHealth BP5 in dotazione) e la saturazione (con il saturimetro IHealth Air in dotazione).

Se, nel corso del periodo di test, si dovessero registrare dei valori fuori norma, all’autista verrà richiesto l’uso dell’elettrocardiografo CardioHTN, anch’esso in dotazione.

Massima la flessibilità per quanto riguarda l’inizio del test, ma anche per la sua durata (comunque non meno di cinque giorni lavorativi) e per la restituzione degli apparecchi forniti. L’unica condizione è che l’autista trovi il tempo per passare presso l’ambulatorio HTN a Brescia per effettuare la visita medica iniziale, necessaria per definire anamnesi e le soglie di allerta personalizzate. Il tutto richiede una quarantina di minuti e il candidato può recarsi alla visita iniziale direttamente con il camion perché è presente un ampio parcheggio di fronte alla struttura HTN.

Massima attenzione è riservata alla privacy: il report finale riepilogativo di tutte le rilevazioni memorizzate, corredato da un commento medico interpretativo di tutti i dati, sarà consegnato al solo autista che, se vorrà, potrà condividerlo con il suo medico. Invece gli spostamenti dell’autista non costituiscono oggetto del monitoraggio e non sono registrati.

shares