Speciale DAKAR 2021 – Tappa 7

10 gennaio 2021
363 Views

737 km da Ha’il a Sakaka di cui 453 di speciale

Purtroppo questa settima tappa è stata molto triste per tutto il mondo Dakar, è giunta infatti la notizia della morte, dopo una lunga malattia, di Hubert Auriol, figura emblematica del Rally/Raid più famoso del mondo.

Auriol ha iniziato la sua lunga carriera dakariana dapprima sulle due ruote vincendo la classe motociclistica nel 1981 e nel 1983. Nel 1985 finì in secondo posto, mentre nel 1987 si è dovuto ritirare al via dell’ultima tappa mentre era in testa, a causa della frattura di entrambe le caviglie. Nel 1988 partecipò alla Dakar alla guida di un buggy, per poi passare definitivamente alle automobili nell’edizione successiva. Nel 1992 vince in questa categoria diventando il primo concorrente a vincere sia su moto che in auto. Dal 1995 al 2004 entra a far parte dell’ASO diventando direttore di gara, ruolo che ha ricoperto per quasi un decennio. Insomma un vero e proprio mito rimasto per sempre legato alla Dakar.

Domenica, dopo una giornata di riposo, la Dakar è partita per la settima tappa. 737 chilometri, di cui 453 saranno cronometrati. I primi 100 chilometri si sono svolti in mezzo a dune immense il cui superamento ricordava le montagne russe. La sezione finale della tappa si è svolta su un percorso più facile, ma tortuoso e pieno di rocce. La teoria senza soluzione di continuità di Kamaz al traguardo è stata interrotta solo dal MAZ (#505) di Aliaksei Vishneuski infilatosi di prepotenza tra Shibalov (Kamaz #501) e Karginov (Kamaz #500). Sotnikov sembra ormai lanciato verso la vittoria finale. Ma, come si sa, la Dakar è sempre ricca di sorprese!

Classifica primi 5 Tappa 7

1 507 (RUS) DMITRY SOTNIKOV  KAMAZ – MASTER   04H 45′ 52”

2 509 (RUS) AIRAT MARDEEV  KAMAZ – MASTER 04H 49′ 15”

3 501 (RUS) ANTON SHIBALOV  KAMAZ – MASTER 04H 54′ 14”

4 505 (BLR) ALIAKSEI VISHNEUSKI  MAZ-SPORTAUTO 04H 56′ 21”

5 500 (RUS) ANDREY KARGINOV  KAMAZ – MASTER  04H 57′ 36”

1 507 (RUS) DMITRY SOTNIKOV KAMAZ – MASTER