Speciale DAKAR 2021 – Tappa 8

11 gennaio 2021
363 Views

709 km da Sakaka a Neom di cui 375 di speciale

Oggi la carovana dakariana da Sakaka si è diretta a Neom, una futuristica città in costruzione, iper tecnologica, un progetto da 500 miliardi di dollari che prevede l’annullamento del traffico, smart mobility, connettività, droni, rispetto dell’ambiente, sicurezza attraverso un sofisticato sistema basato su big data, intelligenza artificiale e riconoscimento facciale. Il tutto in un’area 33 volte più grande di New York.

In attesa della fantascientifica megalopoli i concorrenti si sono cimentati in uno slalom tra le rocce giganti di Wadi ash Sharmah che danno l’impressione di essere lì dall’alba dei tempi. All’inizio della speciale hanno dovuto anche fare i conti con fondi pietrosi, non particolarmente graditi dagli pneumatici.

Nuova tripletta Kamaz al traguardo dell’ottava tappa con Shibalov (#501) talia per primo il traguardo di tappa davanti a Sotnikov (#507) che, tuttavia, mantiene un distacco di più di un’ora dal suo “rivale” nel team. In terza posizione si piazza Karginov (#500). Quarto e quinto posto sono rispettivamente di Vishneuski con il MAZ #505 e di Casale con il Tatra #517.

Classifica primi 5 Tappa 8

1 501 (RUS) ANTON SHIBALOV  KAMAZ – MASTER 03H 19′ 40”

2 507 (RUS) DMITRY SOTNIKOV  KAMAZ – MASTER  03H 22′ 08”

3 500 (RUS) ANDREY KARGINOV  KAMAZ – MASTER  03H 22′ 59”

4 505 (BLR) ALIAKSEI VISHNEUSKI  MAZ-SPORTAUTO 03H 27′ 34”

5 517 (CHL) IGNACIO CASALE  TATRA BUGGYRA RACING  03H 28′ 53”

1 501 (RUS) ANTON SHIBALOV KAMAZ – MASTER