Test Drive Ford Transit Custom Trail 340 L1H1 TDCi 170CV

6 giugno 2021
1.070 Views

Per un paio di settimane abbiamo girato con la versione off-road del furgone Ford su terreni ostici e fangosi, ma ha sempre vinto lui

“If I were a carpenter”, ovvero se io fossi un carpentiere, (come recita il titolo di una canzone di Tim Hardin, resa famosa da Johnny Cash negli anni ’60) ebbene, se fossimo carpentieri, o piccoli artigiani, o avessimo un’impresa di costruzioni, sceglieremmo il Transit Custom Trail per farci accompagnare in cantieri sperduti o in situazioni davvero difficili su strade sterrate e infangate. Così siamo andati a cercarle, le “stradacce”, nei boschi della Tuscia, ovvero l’antica Etruria, nell’alto Lazio.

Esterni

Sulla grintosa carrozzeria rossa, spicca la calandra in nero opaco, dominata dalla grande scritta a tutta larghezza FORD, che riporta alla mente il look del pick-up Ranger (vedi prova). Una fascia nera in materiale plastico antiurto, avvolge tutta la parte inferiore del veicolo per proteggere la carrozzeria da schizzi di fango e rimbalzi di sassolini. La scritta bianca Trail in rilievo, identificativa del modello, spicca sulla fascia nera all’altezza delle portiere laterali. Una piastra paramotore cromata, l’assetto rialzato e cerchi in lega da 16″ all black sottolineano l’indole  off-road del veicolo.

In cabina

A bordo ci aspettavamo qualcosa di più rude, vista la natura del veicolo, invece ci accoglie un elegante ambiente rivestito in pelle nera con finiture lucide Ebony Black. Il posto guida, come in tutta la gamma Transit è completamente regolabile: altezza, profondità, inclinazione schienale, supporto lombare e altezza del poggiatesta. La panchetta laterale può ospitare due passeggeri. La plancia è dominata dal touch-screen da 8” del sistema di infotainment Ford SYNC 3 che rimanda anche le immagini della telecamerina posteriore in fase di manovra. Anche il volante multifunzione ha la corona rivestita in pelle.

Si parte per la Tuscia

Il modello in prova è equipaggiato con un potente motore Ford EcoBlue da 2.0 litri, 170 CV e 390 Nm, Euro 6.2. Il cambio è un manuale a 6 rapporti. Al volante si percepisce un leggero irrigidimento in fase di sterzata, dovuto probabilmente al differenziale meccanico a slittamento limitato a controllo elettronico (mLSD) sviluppato da Ford in collaborazione con gli specialisti di Quaife Engineering, azienda britannica specializzata nella progettazione e produzione di cambi e differenziali, appositamente per questo modello. L’mLSD non fa altro che trasferire automaticamente la coppia del motore, in condizioni di scarsa aderenza, alla ruota con la massima trazione. Inoltre le dimensioni compatte e il design leggero di questo differenziale mantengono il carico utile e le dimensioni del veicolo inalterati. E’ bene specificare che l’mLSD non necessita di manutenzione aggiuntiva ed è coperto dalla garanzia standard Ford.

Un giro nel fango

Eleggiamo come teatro di prova per il nostro veicolo, la faggeta di Oriolo Romano, in piena Tuscia. Il terreno è ancora umido a seguito delle recenti piogge, ma compatto. Il veicolo avanza senza alcun problema. Decidiamo di tuffarci nel fango. Con un po’ di apprensione ci inoltriamo su uno stretto sentiero tra alberi ed insidiose radici affioranti. Il Transit Custom Trail a questo punto mostra tutta la sua agilità e con un filo di gas procediamo tranquillamente “in the mud”. Riusciamo dopo qualche minuto, che ci è sembrato un’eternità, a venirne fuori. Bravo Transit!

Zona carico

Come per i “fratelli stradali” il vano di carico del Trail offre un pianale rivestito con una pratica vasca in materiale plastico antisdrucciolo ad alta resistenza. Due portelloni posteriori a battente (apertura a 90/180°) e un portellone laterale scorrevole posto sul lato destro assicurano l’accesso alla stiva. Internamente il piano di carico misura 2.554 mm in lughezza, 1.755 mm in larghezza (1.392 fra passaruota) e 1.406 mm in altezza per una cubatura totale di 6m3. Le pareti sono rivestite con pannelli in compensato per tutta la loro altezza. La paratia divisoria, che divide la zona carico dalla cabina di guida, è in lamiera. Tutto il vano è illuminato a giorno da 6 faretti a LED.

Ma quanto ci costa?

Il Transit Custom Trail è in vendita a partire da 35.000 euro in versione furgone L1 – H1. Il veicolo è disponibile in diverse varianti di carrozzeria e passo nella categoria da 3.500 kg: van, van a doppia cabina, kombi, chassis a cabina singola e a cabina doppia.

Scheda tecnica

Motore Ford EcoBlue
Cilindrata 1.996 cc
Potenza 170 CV @ 3500 giri/min
Coppia massima 390 Nm @ 1750 giri/min
Normativa emissioni Euro 6.2
Cambio manuale a 6 rapporti
Trazione Anteriore con differenziale Quaife a slittamento limitato (mLSD)
Intervalli di manutenzione Ogni 40.000 km/2 anni
Capacità serbatoio 80 l
AD Blue 20 l
Peso PTT 3.400 kg
Altezza 2.060 mm
Larghezza (specchi ripiegati/fuori) 2.272/2.080 mm
Lunghezza 4.973 mm
Passo 2.933 mm
Altezza vano di carico 1.406 mm
Larghezza vano di carico 1.755 mm
Larghezza fra passaruota 1.392 mm
Lunghezza piano di carico 2.554 mm
Portata utile 1.177 kg
Volume di carico 6 m3
Diametro di sterzata 11,60 fra marciapiedi – 12,20