Test drive verità: il Renaut Trucks T 480 di Beppe Sciandra

19 giugno 2021
1.281 Views

Beppe ci racconta del suo ultimo acquisto, un RT serie T da 480 CV usato, ribattezzato PoldOne e dedicato ai Metallica

Giuseppe Sciandra, Beppe per gli amici, Poldo per gli intimi, di Albenga (SV) ha 47 anni ed è contitolare assieme al suo socio Gaudenzio Babolin della BMB trasporti S.C. Di recente è entrato nel team un bellissimo Renault Trucks usato serie T da 480 CV con 300.000 km, acquistato in leasing presso la concessionaria ufficiale della losanga, Bergamo Trucks, con due anni di garanzia.

Il varo presso Bergamo Trucks. Da sinistra Michele Dassisti, responsabile commerciale della concessionaria Bergamo Trucks, Beppe Sciandra, Gaudenzio Babolin.

“Ho iniziato la mia carriera da padroncino nel 2017 con il PoldOne primo, un vecchio Renault Trucks Magnum 480 del 2003 con motore americano MACK e 1.300.000 km sul groppone – racconta Beppe – Da allora ho imparato ad apprezzare il brand francese, anche se quel camion mi ha dato parecchio da fare. Poi è arrivato il PoldOne scondo, un altro 480 con motore MACK. Di recente ho acquistato il PoldOne terzo. Un vero affare. La concessionaria Bergamo Trucks me lo ha consegnato in condizioni eccellenti. Precedentemente è stato personalizzato con interni in pelle bianca con finiture rosse. Mi piace molto. Io poi ho aggiunto luci e lucette esterne varie, suoni da giostra, luci notturne UV viola per una cabina molto “ambient”.”

Beppe da sempre è un appassionato di Heavy Metal: “Vado matto per i MetallicA, tanto che su tutti i miei camion ho fatto imprimere il nome del gruppo sul muso. Devo dire che sul frontale del nuovo T 480 la scritta, applicata dalla stessa concessionaria Bergamo Trucks, ci sta benissimo.”

La BMB trasporti effettua trasporti contoterzi per la GTI di Torino, azienda specializzata in import ed export, da e verso porti e aeroporti, di Piemonte, Lombardia, Emilia e Liguria: “L’attuale lavoro mi consente di rientrare a casa tutte le sere. Percorro mediamente 4/500 km al giorno.”

Le prime sensazioni alla guida del T 480

“Devo dire che sono molto soddisfatto del mio nuovo camion – ammette Beppe –  In manovra ha tanto sterzo ed è delicato come una carezza. In marcia non da strapponi, non sussulta e va liscio come l’acqua. Anche a livello di comfort il sistema di sospensioni misto, balestre sull’asse anteriore e pneumatiche al posteriore, garantisce un ottimo assorbimento delle asperità del manto stradale e, nel contempo, garantisce un inserimento in curva molto stabile.”

300.000 e non sentirli

Il motore D13 Euro 6C Renault ha un buon tiro anche in situazioni impegnative come le salite a pieno carico – dice Beppe Il cambio robotizzato Optidriver sembra ti legga nel pensiero e cambia proprio quando vuoi, non serve nemmeno impostare la funzione “manuale”. Le retromarce sono molto precise e senza salti improvvisi che ti fanno sembrare un incapace. Quando devi agganciare si avvicina al semirimorchio come una piuma. Anche a livello di consumi non mi posso lamentare: riesco a fare i 3,8 – 3,9 al litro viaggiando sempre a pieno carico.”

Sistemi di sicurezza

“I sistemi di sicurezza inizialmente ti mettono in imbarazzo, specie a chi, come me ha tanti chilometri alle spalle ed una certa anzianità di servizio, tuttavia, una volta fatta l’abitudine, li trovo molto comodi – ammette Beppe – Ora, probabilmente non riuscirei a farne a meno. Se provi a cambiare corsia senza mettere la freccia, ad esempio, lui la legge come una “sbandata” involontaria e ti avverte con un segnale acustico. Trovo comodissimo l’Hill Start Aid per facilitare le partenze in salita e il sistema anticollisione che ti avvisa prima con un segnale acustico, in caso ti avvicini troppo ad un ostacolo, e, se per distrazione, non lo ascolti frena da solo fino ad arrestare completamente il camion.”

Una cabina confortevole

“La cabina è ampia e confortevole – dice Beppe – Capita di rado che rimanga a dormire fuori, tuttavia il letto ho avuto modo di provarlo durante la pause ed è da dieci e lode. Purtroppo il precedente proprietario non dormiva mai fuori e ha eliminato le tendine parabrezza quindi le dovrò rimontare per avere un po’ di privacy anche durante le pennichelle pomeridiane. Il frigo in dotazione è enorme e ci sta un botto di roba. Mentre invece c’è poco spazio per la cambusa e i gavoni sotto tetto sono troppo stretti. Prossimamente sostituirò l’impianto stereo che, per il mio Heavy Metal, quello di serie è un po’ limitato.”

La parola a chi lo cura

“Il Renault Trucks T480 di Beppe Sciandra è stato precedentemente ritirato da un nostro cliente – spiega Michele Dassisti, responsabile commerciale della concessionaria Bergamo Trucks – È un veicolo che è sempre stato sotto contratto di manutenzione programmata e tutti gli interventi sono stati eseguiti esclusivamente nella nostra officina, secondo il protocollo Renault Trucks. Il mezzo gode di una garanzia di due anni che accompagna il Leasing. Il contratto di manutenzione programmata, sottoscritto a parte, prevede, oltre ai tagliandi ordinari, grazie al sistema di connessione Predict, di serie su tutti i T480, anche interventi straordinari. Infatti per via telematica siamo in grado di intercettare qualsiasi anomalia ci venga segnalata dal camion, così da poter intervenire rapidamente prima che si accenda la spia sul veicolo. L’alert arriva al nostro responsabile d’officina Ciro Baldanza che avverte subito il cliente, prima che il mezzo crei problemi, per programmare l’intervento di riparazione. Generalmente i tagliandi per il modello specifico hanno intervalli di 90 km o una volta l’anno.”

Personalizzazioni

“Noi cerchiamo di soddisfare ogni richiesta del cliente, anche con le personalizzazioni che, generalmente, progettiamo assieme – spiega Vincenzo Carozzi uno dei titolari di Bergamo Trucks – Il truck di Beppe Sciandra era già stato customizzato dal precedente proprietario con una livrea bianca e rossa, sie interna che esterna. Per Beppe, in particolare, abbiamo aggiunto la scritta MetallicA sul frontale e la scritta PoldOne III sul tetto, come da suo desiderio.”