Un MAN TGX 26.470 6×2 per il trasporto cavalli da concorso

15 dicembre 2021
1.429 Views

Lo speciale veicolo, voluto dalla Simonazzi Umberto & C. Srl, è stato allestito dalla Carrozzeria Rosso & Battaglino

Determinante, per la realizzazione del veicolo secondo le specifiche del cliente, è stato il contributo della concessionaria MAN, Alpiservice di Peveragno, in   provincia Cuneo, e della carrozzeria Rosso & Battaglino di Pocapaglia, sempre in provincia di Cuneo, specializzata in allestimenti speciali.

Come base di partenza per lo speciale allestimento è stato scelto un autocarro MAN TGX 26.470 6×2 con interasse principale da 5.900 mm. Il veicolo è equipaggiato con un motore MAN D26 da 12,4 litri, Euro 6, con 470 CV e 2.400 Nm di coppia, accoppiato ad un cambio automatizzato MAN TipMatic con EfficientRoll e dotato di tutte le dotazioni di sicurezza come: sistema frenante elettronico EBS, con freni a disco autoventilanti su tutti gli assi; funzione ABS/ASR e assistenza alla frenata d’emergenza EBA; Electronic Stability Program (ESP); avviso di cambio corsia LCS con ausilio alla svolta; MAN   EfficientCruise, regolazione della velocità in funzione della topografia; ACC   Stop&Go, regolazione della velocità in funzione della distanza. Le sospensioni sono pneumatiche su tutti gli assi. La cabina, di tipo GX, offre il massimo del comfort.

“Il mio bisnonno ha sempre parlato del 1882 come anno di partenza dell’attività – racconta Umberto Simonazzi ­ ma non è da escludere che già prima lavorasse con i cavalli. Di sicuro, quello che ha creato questa realtà è stato mio nonno Umberto, nel secondo dopoguerra con l’importazione di cavalli, principalmente dall’Ungheria e dalla Polonia. Oggi la situazione è un po’ diversa, siamo sempre impegnati nella compravendita, ma ci siamo maggiormente concentrati sui concorsi ippici con cavalli nostri e quelli dei clienti del maneggio. Proprio per questa attività è nata l’esigenza di poter disporre di un veicolo moderno e sicuro per trasportare i cavalli ai vari concorsi e alle manifestazioni fieristiche, oltre che essere di supporto all’attività commerciale.”

Umberto Simonazzi, 27 anni, studente di giurisprudenza con la passione per i   cavalli e la meccanica, è l’ideatore del nuovo veicolo.  

“Tre competenze diverse con un unico obiettivo: creare qualcosa di esclusivo, ispirato dai veicoli ai vertici in questo settore, tutti di produttori stranieri –   spiega Simonazzi – La scelta del MAN TGX è stata dettata da un’esperienza precedente, sempre con un TGX ma usato. Per allestirlo mi ero già rivolto alla   Carrozzeria Rosso & Battaglino su consiglio proprio di Alpiservice. La vicinanza tra la nostra sede di Asti, in frazione Castiglione, è stata importante ma non determinante, molto di più lo è stata l’ottima esperienza maturata con quel primo allestimento. Alpiservice si è mostrata sempre attenta e premurosa nel rispondere alle nostre esigenze e l’allestitore si è buttato con entusiasmo in questa realizzazione per lui in un ambito tutto da scoprire. Così, se il primo TGX è stato apprezzato subito da tutti e non è stato difficile venderlo, con il secondo abbiamo voluto mettere a frutto l’esperienza maturata per creare un veicolo ispirato dai produttori leader, ma anche con una buona dose di soluzioni personalizzate, frutto della mia esperienza e della competenza dei miei partner.”

“Tra le scelte che caratterizzano maggiormente il nostro allestimento – prosegue Simonazzi ­- c’è sicuramente la costruzione del box dove gli elementi di alluminio sono disposti orizzontali anziché verticali come su buona parte degli altri veicoli. Un’altra scelta è stata quella di disporre i sette spazi interni per   altrettanti cavalli alla ‘francese’, quindi perpendicolari al senso di marcia e con un’unica rampa posteriore. Caratteristico è anche lo spoiler di vetroresina anteriore che ha il compito di  raccordare la cabina con il box. Poi grande attenzione è stata riservata al living che si può allargare sui due lati fino a 12 mq di superficie utile quando il veicolo è fermo. È in grado di ospitare sei posti letto in diretta comunicazione con la cabina: due singoli, un letto matrimoniale a scomparsa con un sistema elettromeccanico dietro ai sedili anteriori e un altro ricavato nella dinette trasformabile.”

“Il tutto è completato da un angolo cottura e da un ampio locale toilette. Gli ambienti sono tutti controllati da telecamere, sia all’interno sia sul perimetro del veicolo, per ora utilizziamo il monitor centrale della plancia, ma presto ne installeremo uno dedicato. Grazie alla domotica di bordo, al cui allestimento mi sono dedicato personalmente, tutto è sotto controllo perché, come si può immaginare, è importante che i cavalli viaggino a una temperatura costante.”

“Quindi siamo andati ben oltre a quanto prescritto dalle normative comunitarie e, oltre ad aver fatto molta attenzione che in tutto il vano non ci fossero spigoli o parti taglienti, le paratie sono abbondantemente imbottite e le botole sul tetto sono comandate elettricamente dalla cabina di guida, così per poterle regolare anche in viaggio quando se ne sente la necessità, perché ovviamente tutto è condizionato e la temperatura a bordo è   monitorata di continuo.”  

“La cosa divertente – conclude Simonazzi ­ è che fin dalla sua prima uscita il nostro MAN TGX è stato subito al centro dell’attenzione e sono arrivate anche   offerte di acquisto. Così mi sta venendo la voglia di metterne in produzione un

altro simile e, chissà, magari inaugurare una nuova attività… Al momento però è più probabile che opti per un MAN TGE per il trasporto di due cavalli.”