Lamberet Pharmasafe+

20 marzo 2018
Comments off
2.719 Views

La certificazione Pharmasafe+ garantisce la perfetta coibentazione per il trasporto dei prodotti medici di tutti i veicoli allestiti dal carrozziere francese

Lamberet dota tutta la propria gamma di veicoli, dai semirimorchi, agli autocarri ai LCV (come Crafter, l’ultimo nato dalla collaborazione con Volkswagen), di certificazioni ad hoc come Pharmasafe+.

La consegna del primo veicolo isotermico certificato Pharmasafe+ in Italia è prevista nelle prossime settimane a Napoli Uno, società di Crispano specializzata nei trasporti a temperatura controllata. Il veicolo è un nuovo Volkswagen Crafter, telaio-cabina, allestito con cassa Lamberet New Frigoline certificata “Pharmasafe+” a K termico garantito e gruppo frigo THERMO KING V 300-50 montato con termo registratore e certificazione Pharma conforme al protocollo delle buone pratiche della distribuzione (GDP) con supervisione e convalida da parte di specialisti indipendenti che operano al servizio del settore farmaceutico. Tale protocollo segue le linee guida UE coprendo le qualifiche di progettazione, installazione, funzionamento e prestazioni per il trasporto a temperatura controllata di prodotti farmaceutici sensibili. Il gruppo frigo è fornito di sistema di monitoraggio a distanza e tracciamento in tempo reale TracKing e consente di rilevare eventuali scostamenti di temperatura e di intervenire subito per proteggere il carico.

Pharmasafe+

Questa certificazione prodotto di Lamberet rispetta la “Guida delle buone pratiche di Distribuzione dei prodotti Farmaceutici” (GDP) e garantisce il trasporto sicuro di medicinali, sangue, plasma e vaccini secondo le indicazioni fornite dalla commissione Europea e dall’Agenzia Nazionale di Farmacovigilanza.Dalla cella isotermica al gruppo frigo, il carrozziere francese offre un sistema d’isolamento innovativo ed efficiente per il mondo della salute, che prevede materiali compositi dalla complessa manodopera. Ogni cella beneficia di un coefficiente d’isolamento attestato attraverso una certificazione ATP di qualità «isotermica rinforzata» e viene garantita dal punto di vista della conformità attraverso la certificazione ISO 9001. Le colorazioni chiare delle parti esterne servono a limitare la radiazione termica che potrebbe influire sulla qualità del farmaco trasportato.

Per quanto riguarda la conformità del gruppo frigo, viene attestata attraverso un test e verbale ATP in grado di valutare le reali performance. Per stabilire la conformità del veicolo nel suo insieme (cella + gruppo), viene applicato un coefficiente di sicurezza maggiorato: Classe A (freddo positivo) > 4,5 / Classe C (freddo negativo) > 2,5. Al termine, insieme al veicolo, viene consegnato un attestato di conformità tecnica globale ATP, fornito dall’autorità nazionale competente in materia.

Nel caso di veicoli a temperatura controllata, la certificazione Pharmasafe+ prevede anche la mappatura delle temperature, attraverso una cartografia conforme alla norma NF X 15-40 messa a punto da un laboratorio autorizzato COFRAC. La mappatura mira a convalidare la conformità delle specifiche alle temperature richieste e a regolare i set point di riferimento:

  • 20°C +/- 2°C
  • 5°C +/-2°C
  • -20°C +/- 2°C

Sicurezza e sistemi di allarme

Qualsiasi escursione termica o danno causato ai farmaci durante il trasporto deve essere segnalato al distributore all’ingrosso e al destinatario dei farmaci in base alle direttive BDP/GDP. Per quanto riguarda le variazioni di temperatura o di punto di consegna, la certificazione Pharmasafe+ è supportata da un dispositivo di allarme individuabile in qualsiasi momento dal conducente o dal responsabile delle operazioni. Un segnale apposito viene trasmesso attraverso un sistema d’allerta telematica e/o del termometro a lettura invertita che integra un flash. Per quanto riguarda invece la sicurezza della merce trasportata, Pharmasafe+ prevede un sistema di chiusura rinforzato. Raddoppiando le chiusure originali, un antifurto meccanico o elettronico a codice garantisce un bloccaggio particolarmente affidabile della zona di carico, atto a soddisfare le esigenze più rigorose delle compagnie assicurative. Il sistema può essere triplicato da un dispositivo antiavviamento integrato all’EBS del veicolo sui semirimorchi SR2. Inoltre, sempre dal punto di vista della sicurezza, Lamberet è in grado di integrare le soluzioni per il trasporto del farmaco anche con specifici sistemi satellitari come Frigomatics, un sistema integrato progettato con Novacom che comprende:

  • un terminale DG200, che assicura da un lato la geolocalizzazione GPS, dall’altro la raccolta e l’analisi dei dati dei diversi sensori e sistemi del semirimorchio. Dotato di un modem a 4 bande, il DG200 trasmette questi dati in tempo reale alla piattaforma di server securizzata Novacom. Il DG200 è appositamente ideato per l’integrazione sui semirimorchi Lamberet e per resistere ai vincoli d’utilizzo derivanti. Resiste ad una gamma di temperature da -40°C a +85°C ed è dotato di batterie al litio che garantiscono un’autonomia di funzionamento di due mesi quando il semirimorchio non è sotto tensione
  • un’interfaccia CAN collegata all’EBS del semirimorchio che trasmette i dati del computer di bordo del telaio, come il chilometraggio, il carico per asse e l’usura dei freni
  • un’interfaccia di collegamento dedicata ai gruppi frigoriferi che permette la lettura dei codici d’errore, ore di funzionamento, temperature.

Frigomatics offre il vantaggio di un’interfaccia di gestione securizzata, accessibile 24h24 e 7 giorni su 7 attraverso il web con un supporto preferito tra PC, tablet, smartphone, e permette di scaricare dati in tempo reale su variazioni di temperature, tempi di tragitto e consegna, sicurezza del trasporto del farmaco.