Premiere Mercedes-Benz Trucks eActros 600

10 ottobre 2023
Comments off
272 Views

Debutto mondiale per il truck elettrico a batteria della Casa di Stoccarda progettato per il trasporto a lungo raggio

Mercedes-Benz Trucks ha presentato oggi presso il Break Autohof Hamburg Nordheide, sulla A7 a Egestorf in Germania, la versione di serie del primo truck elettrico a batteria per il trasporto a lungo raggio, l’eActros 600, dove il 600 sta per i kWh di capacità delle nuove batterie con celle al litio ferro fosfato.

“Come nessun altro truck con la stella prima d’ora, l’eActros 600 rappresenta la trasformazione del trasporto merci su strada verso la neutralità carbonica – ha dichiarato Karin Radström, CEO di Mercedes-Benz Trucks – Il veicolo è dotato di una tecnologia di propulsione all’avanguardia, in grado di offrire un’efficienza energetica molto elevata e, conseguentemente, maggiore redditività per i nostri Clienti. Questo rende particolarmente interessante il passaggio all’e-mobility per i gestori di flotte.” 

Conosciamolo meglio

Progettato per l’impiego nel trasporto pesante su lunghe percorrenze, l’eActros 600 dispone di un nuovo asse elettrico a 800 volt dotato di due motori elettrici e cambio a quattro velocità. I motori elettrici generano una potenza continua di 400 kW (oltre 500 CV) ed una potenza di picco di 600 kW (oltre 800 CV) che conferiscono al veicolo una vigorosa accelerazione, un elevato livello di comfort di marcia ed un eccellente dinamismo. La piena potenza dei motori è generalmente disponibile quasi senza interruzione della coppia.

I motori elettrici sono alimentati da tre pacchi batteria da 207 kWh l’uno per una capacità totale installata di 621 kWh. Le batterie si basano sulla tecnologia delle celle al litio ferro fosfato (LFP) che garantisce una lunga durata. Queste innovative batterie consentono al veicolo di percorrere 500 km senza ricarica intermedia. Con una ricarica intermedia l’eActros 600 è in grado di percorrere ben oltre 1.000 chilometri al giorno. La ricarica può avvenire durante le pause di guida prescritte per legge, anche senza ricarica a megawatt.

Oltre alla ricarica CCS fino a 400 kW, sull’eActros 600 sarà disponibile, in un secondo momento, anche la ricarica a megawatt (MCS). Non appena la tecnologia MCS sarà disponibile e standardizzata tra i vari costruttori, sarà possibile il montaggio a posteriori su questi primi modelli di eActros 600. Presso una colonnina di ricarica idonea con potenza di ricarica di circa un megawatt, le batterie possono esser ricaricate dal 20 all’80% in circa 30 minuti.

I tecnici di Mercedes-Benz Trucks hanno progettato l’eActros 600 per soddisfare gli stessi requisiti di durata di un veicolo e dei componenti di un Actros diesel per garantire fino a 1,2 milioni di km di percorrenza in dieci anni di esercizio. Dopo questo periodo di utilizzo, lo stato della batteria (‘State of Health’) è di norma ancora superiore all’80%. A differenza di altre tecnologie, le celle LFP possono essere utilizzate oltre il 95% della capacità installata. Ciò consente un’autonomia maggiore a fronte della stessa capacità della batteria installata.

È possibile recuperare corrente elettrica attraverso il sistema di recupero dell’energia, la quale viene reimmessa nelle batterie dell’eActros 600 ed è quindi nuovamente disponibile per la trazione. Un positivo effetto collaterale consiste nel fatto che il sistema di recupero di energia riduce le sollecitazioni dei freni dell’eActros 600. A seconda della situazione, il conducente può scegliere tra cinque diversi livelli di recupero in frenata. Se lo si desidera, sul touchscreen del cockpit digitale è anche possibile attivare la modalità ‘guida con un solo pedale’, ovvero la decelerazione mediante il recupero di energia con minore utilizzo del freno meccanico.

L’eActros 600 è stato progettato per un peso complessivo combinato fino a 44 ton. Nella UE, con semirimorchio standard l’eActros 600 ha un carico utile di circa 22 ton. In alcuni casi, la legislazione nazionale può consentire un carico utile più elevato.

Design

Il design della cabina dell’eActros 600, denominata “ProCabin”, è caratterizzato da un’aerodinamica particolarmente efficiente garantita dall’ampio portellone anteriore completamente chiuso e arrotondato, da un paraurti ottimizzato con rivestimenti del sottoscocca, da un accesso migliorato dal punto di vista aerodinamico e da deflettori laterali allungati con design a vela. Elementi di convogliamento dell’aria sui montanti anteriori, un pre-spoiler supplementare sul tetto ed un vano motore sigillato completano la cabina, che, oltre ad essere dotata di pedane in alluminio, presenta fari a matrice di LED ed una fascia luminosa a LED.

Il frontale più lungo di 80 mm ha consentito di ottenere una forma particolarmente aerodinamica della nuova cabina, che è stata sviluppata svolgendo numerose simulazioni dei flussi oltre a misurazioni in galleria del vento e su strada.

In questo modo è stato possibile ridurre il coefficiente cX della cabina ProCabin del 9% rispetto all’attuale cabina dell’Actros convenzionale. Il miglioramento aerodinamico riduce il consumo di energia del veicolo e quindi contribuisce in modo decisivo a raggiungere l’autonomia di 500 km dell’eActros 600.

Fin dall’inizio, l’eActros 600 è stato prodotto come trattore stradale per semirimorchio e, come variante, motrice con telaio cassonato. Attualmente è in costruzione una flotta di circa cinquanta prototipi, alcuni dei quali, nella fase successiva, verranno testati in condizioni di impiego reale.

L’inizio delle vendite del truck elettrico è previsto entro quest’anno. La produzione in serie partirà verso la fine del 2024.

Sistemi di ausilio e sicurezza alla guida

La filosofia di sicurezza dell’eActros 600 si basa sull’evoluzione di collaudati sistemi di assistenza MBT, la cui base è rappresentata da una nuova piattaforma elettronica e dalla cosiddetta ‘sensor fusion’ ad essa associata, che consente di unire i dati di radar e telecamere per ottenere una visuale ancora più ampia sulla zona anteriore e laterale del veicolo. A tal fine, la piattaforma elettronica offre un’elaborazione dei dati 20 volte superiore. I sei sensori montati – 4 radar a corto raggio ed uno a lungo raggio, oltre alla telecamera multifunzione sul parabrezza – nel complesso, coprono un angolo di 270° intorno al veicolo.

L’angolo visuale ampliato aumenta notevolmente l’efficienza dei sistemi di assistenza alla guida e sicurezza, tra i quali meritano una menzione l’Active Brake Assist 6 (ABA 6), il Frontguard Assist, l’Active Sideguard Assist 2 (ASGA 2) e l’Active Drive Assist 3 (ADA 3). Grazie al livello più elevato di elaborazione dei dati e al collegamento in rete di tutti i sensori, è possibile guadagnare tempo prezioso, in modo da reagire il più rapidamente possibile agli eventi del traffico in caso di necessità e, auspicabilmente, evitare del tutto gli incidenti o quantomeno ridurne le conseguenze.

L’eActros 600, inoltre, è dotato della collaudata gestione del Tempomat e del Predictive Powertrain Control (PPC), appositamente adattata alla trazione elettrica. La regolazione predittiva della catena cinematica tiene automaticamente conto della topografia, del percorso stradale e della segnaletica stradale per assicurare lo stile di guida più efficiente possibile. Oggi vengono prese in considerazione anche le informazioni sul percorso provenienti dal sistema di navigazione, per consentire un migliore rilevamento degli eventi sul tratto stradale che ci si accinge ad affrontare. Ciò consente di evitare frenate, accelerazioni e cambi inutili e di utilizzare l’energia della batteria nel modo più efficiente possibile.

Per garantire che gli utenti della strada maggiormente vulnerabili, come pedoni o ciclisti, possano comunque percepire il truck elettrico nelle vicinanze, il veicolo viene dotato di un sistema acustico denominato AVAS (Acoustic Vehicle Alerting System), conformemente ai requisiti di legge. A seconda della situazione di guida, vengono riprodotti suoni per la marcia avanti o la retromarcia. Inoltre, il suono varia a seconda della velocità del veicolo e della posizione del pedale dell’acceleratore, in modo da garantire una buona percezione acustica nel traffico cittadino.

Il Multimedia Cockpit Interactive 2, montato di serie sull’eActros 600, informa costantemente il conducente sullo stato di carica delle batterie, sull’autonomia residua e sul consumo energetico attuale e medio. I gestori di flotte possono utilizzare le soluzioni digitali per gestire in modo efficiente la propria flotta attraverso il portale Fleetboard. Per l’inizio della produzione in serie, queste comprenderanno un sistema di gestione della carica personalizzato, come il controllo intelligente di tutti i processi tra l’eActros 600 e l’infrastruttura di ricarica, nonché un registro con informazioni dettagliate sui tempi di guida, di sosta e di ricarica e sui dati di consumo. Sarà inoltre disponibile uno strumento di mappatura in grado di mostrare in tempo reale dove si trovi attualmente il veicolo, se stia viaggiando, sia fermo o in fase di ricarica e quale sia inoltre il livello di carica della batteria.

Prese di forza per attrezzature da lavoro o semirimorchi frigoriferi

L’eActros 600 dispone di una presa di forza elettromeccanica per azionare attrezzature da lavoro idrauliche o meccaniche come semirimorchi ribaltabili, pianali mobili o semirimorchi silo. Un’ulteriore soluzione disponibile è la presa di forza elettrica a corrente continua o alternata. In quest’ultimo caso, un invertitore trasforma la corrente continua proveniente dalla rete ad alta tensione in corrente alternata. In questo modo è possibile utilizzare soluzioni per cassonati isotermici o semirimorchi frigoriferi. A seconda della variante, le diverse applicazioni di prese di forza coprono una gamma di potenze da 22 a 90 kW e possono servire per le più comuni applicazioni nel trasporto a lunga distanza e nel servizio di distribuzione.